Storia della CoOmmunity #1: da ETW a o.O

Ho scoperto, sorprendendomi, che alcuni sarebbero curiosi di conoscere la storia della nostra CoOmmunity. Le sue origini, la nascita del nome, i momenti importanti… Non ci avevo mai pensato, perchè l’argomento è leggero, un hobby, e non volevo sminuire il contributo di chi si è aggiunto dopo. Ma in effetti è anche la storia di un gruppo di persone, anche di amici, che passano molto tempo assieme giocando e chiaccherando. Quindi qualche pazzo che trovi questa storia interessante magari c’è davvero.

Proverò a raccontare tutto quello che ricordo, che non è tutto quello che è successo e sicuramente non è neanche del tutto esatto. E se sperate nell’altro admin per completare il quadro, Gnaffo… sappiate che Lui non ha mai avuto bisogno di scrivere. Egli esiste in quanto tale. (Se però dovesse smentirmi e aggiungere le sue righe alle mie, tenetevi stretti perchè è uno dei segni dell’apocalisse.)

Pillola rossa

Ho sempre avuto un computer in casa per via del lavoro di mio padre, ma non mi è mai interessato più di tanto. Lo usavo per giocare qualche sera di fila, poi passava anche un mese prima che lo accendessi di nuovo. Mi piacevano titoli come Close Combat, Commandos, Civilization… ho avuto anche Fifa 99, e poco altro.
Un giorno capitai da “Alex Computer” a Torino, entrai e vidi WarCraft III. Non avevo mai giocato ad un titolo fantasy e decisi di comprarlo. Giocai per più tempo delle altre volte, e con grandissima fatica finii la campagna (eroicamente, scoprii dopo, con tre peoni all’oro e un paio a far legna). Mi era piaciuta tantissimo e nel tentativo di prolungare il divertimento cliccai su “Battle.net”. Non sapevo cosa fosse, speravo in un’altra campagna, o al massimo in una diversa modalità di gioco… Mi si aprì un mondo.
Per entrare dovetti inserire un nome, un nick… mah… Fede? Boh… io firmo con la F al contrario, metto “7ede”.

Solo chattando

Il primo giorno online conobbi Shogun, e poi un tizio, Raid, che ci tirò dentro il suo “clan”, gli ETW. Estate 2002, avevo 23 anni come Sho, e legammo da subito con Blackrose e Snake di poco più vecchi noi. Intanto, il capo-re-imperatore degli ETW -che forse non arrivava ai 18- rompeva molto le scatole con gerarchie e titoli di cui noi potevamo fare assolutamente a meno.
Scordatevi Teamspeak e Discord, a quei tempi si chattava solo.
Ci si presentava e ci si conosceva solo chattando. Anche in partita, per coordinarsi, si chattava (per scrivere qualcosa di più si usava un forum).
In chat scordatevi le faccine, allora esistevano solo gli emoticon, quelli veri, fatti di soli caratteri testuali.
:)     :P     -.-     :'(     e così via.
Anche più complessi o inventati… a me piaceva lo sceriffo:     [*]_(°_°)_
Ogni tanto ci sentivamo al telefono. Ma non molto spesso, costava ancora tantissimo. 20 centesimi un SMS e altreattanti lo scatto alla risposta, un salasso.
Preistoria, eh?
La chat di Battle.net era pubblica, così quando il tizio degli ETW rompeva le scatole, o anche quando non lo faceva, per rappresentare la nostra intesa, per scherzare assieme e sfotterlo un pò, facevamo sempre la stessa faccina: o.O

Il primo nome

Avevamo voglia di incontrarci, di conoscerci dal vivo, così Snake e BlackRose vennero a Torino. Shogun purtroppo no, ai tempi viveva ancora in Sardegna. A cena, dopo aver parlato ad alta voce di Troll Headhunter, Balliste e Accoliti attirando gli sguardi straniti dei tavoli vicini, decidemmo di fare un nostro clan. Nell’aria c’era un pò di senso del proibito, di ribellione… quasi timore, che a pensarci adesso mi vien da ridere.

Come chiamarci? o.O ovviamente.

E che significato dare a questo tag-acronimo?
Fu molto divertente cercare un nome che iniziasse con quelle due “O”, ci sbizzarrimmo parecchio e tanti nomi sfidarono il candidato forte: “Orifizio Orgasmico”. Quell’idea era divertente ma anche un pò volgare, ed io un pò bacchettone, così alla fine scegliemmo “One Obsession… FUN!“. Il nostro primo nome, per allontanarci da bimbominkismo e gerarchie inutili, per dichiarare che a noi interessava solo divertirci assieme.

A quei tempi l’unico modo di esistere online era avere un forum (famosissimo quello di NGI) così installai Php e Mysql sul dominio di mio padre, scelsi Phpbb e creai il forum. Per “nascondere” almeno al primo click il dominio “cognome.com/forum” usai un servizio di redirect: il nostro primo indirizzo “ufficiale” fu oneobsession.funurl.com.

Ottobre 2002: nasce il Clan o.O di WarCraft III.
Admin del Fo.Orum: Snake_o.O, BlackRose_o.O, Shogun_o.O e 7ede_o.O.

Gnaffo il magnanimo

Tra i tanti che si unirono a noi, Gnaffo ci conquistò subito. Si divideva tra WarCraft III ed Age of Mithology (o forse all’epoca era ancora Age Of Empires). A WarCraft era una pippa clamorosa, peggio di me che scroccavo partite in team a quelli forti per tenere sul 50% il bilancio vittore/sconfitte. Su AoM aveva un bel giro di amici, giocava già da un pò e non era malaccio. Gnaffo creò il clan o.O su AoM, ma con l’underscore perchè su ESO il puntino non si poteva usare. Gli o_O usavano un altro forum, un sotto-forum hostato da un portale più grande, ma l’idea di unirsi in qualche modo fu presente sin da subito. “Loro” però erano molto legati a quel posto e dall’altra parte c’ero io che rompevo le scatole sul numero di moderatori e di aree che avrebbero potuto avere “da noi”. Niente di nuovo, sono sempre stato un gran testone. Furono giorni di trattative inutili, nei quali Gnaffo dimostrò grande pazienza e grande apertura verso di me, e contemporaneamente grande leadership verso il suo gruppo. Gruppo nel quale militavano nomi poi diventati famosissimi come Sky, Mader, Ufo, Neme e tanti altri. Alla fine iniziarono a spostarsi, ma “Clan di WarCraft III” ovviamente non andava più bene… così decidemmo di essere una community multigaming.

Febbraio 2003: diventiamo la Co.Ommunity One Obsession… FUN!

Leggeri ricordi

A scriverlo sembra tutto più serio, lento, complicato e noioso. Quei mesi invece volarono felici e leggeri in spensieratezza e spontaneità. Ma i semi di quello che siamo ancora oggi c’erano tutti, solo erano ancora un pò sparsi e nudi.
Ecco qualche traccia antica: un post di reclutamento del 26/02/2003 che ancora resiste su Multiplayer.it e l’annuncio della trasformazione in community sul nostro FoOrum (che è sempre lo stesso da allora), in data 31/01/2003: [Co.Ommunity] “perche?!?” (dubbi e domande su o.O).
Per una cronistoria più breve, c’è anche un vecchio articolo qui sul sito: Preistoria della Co.Ommunity. Qui di fianco un’immagine di una delle prime versioni del SitoO, questo sito, la più vecchia che io sia riuscito a trovare. Sempre qui sul sito, nella oO Gallery, se sfogliate Miniraduni e Raduni, trovate le foto dei nostri primi incontri.
Infine, se navigate le pagine dei topic più vecchi delle sezioni FoOrum & CoOmmunity e oO Privato trovate ancora molto di quei vecchissimi momenti. Ha ragione chi dice che un forum php è ormai uno strumento molto vecchio nell’era dei social… ma la sua innata capacità di ricordare e organizzare i ricordi rimane unica ancora oggi.

Intanto, nel 2002

L’argomento sarebbe sterminato e divertentissimo. Per meglio collocare quanto avete appena letto, è utile tenere presente che:
• il modem 56k esce proprio nel 2002, molti di noi se usavano internet occupavano ancora la linea del telefono di casa.
• a quei tempi le chat erano MSN di Microsoft e C6 di Tin.it (con la N) .
• i browser erano 2: Explorer 6 e Netscape, alcuni coraggiosi avevano Opera.
• i nostri PC erano carrozzati da potenti Pentium III e avevano (quasi) tutti Windows XP (uscito l’anno prima, io però avevo Windows ME…), 256 Mb di RAM e le GPU erano da 64 MiB.
• i telefonini erano i Nokia 3310 e 6610 (il primo con schermo a colori) sui quali si giocava a Snake. Erano “solo” telefonini, gli smartphone non esistevano ancora, la radio incorporata era una gran figata.
• al Mondiale di Corea giocavano: Del Piero Vieri Totti Inzaghi Montella Nesta Zidane Desailly Cannavaro Hierro Raùl Ronaldo Rivaldo Kakà Şükür Figo Rui Costa Batistuta Owen Sheringham Šuker.
• erano gli anni d’oro di Blockbuster (noleggio di videocassette dei film) mentre Youtube ovviamente non esisteva ancora.