Nintendo SWITCH: 5 domande senza risposta

E’ stata annunciata la nuova console Nintendo ovvero NINTENDO SWITCH, la sua data di uscita è stata fissata per il 3 Marzo 2017.La console è un ibrido fra console fissa e portatile , difatti permette tramite lo “switch” di divenire portatile o fissa a nostro piacimento con l’ausilio di una base ( Dock ).In supporto alla console vengono inoltre i Joy-Con , inserendo i due Joy-Con nell’impugnatura/supporto otterremo un controller tradizionale. Senza supporto centrale, ogni Joy-Con è un controller indipendente , due joystick … ehm Joy-Con al prezzo di uno WOW. Aggiungo inoltre vari accessori venduti separatamente tra cui , basetta carica Joy-Con , joystick tradizionale e pulsanti aggiuntivi agli stessi fra i più importanti.

Non mi soffermerò troppo sui dati tecnici della console, si trovano dappertutto, la prima cosa che secondo me è importante dire e sottolineare è che l’hardware di questa console NEXT GEN non arriva ad avere le stesse prestazioni di PS4 PRO o di XBOX SCORPIO. Storcete pure il naso , l’ho fatto pure io e da qui il primo quesito che mi /vi pongo:
Ha senso in questa era videoludica rilasciare una console meno potente delle sue dirette concorrenti dopo 3 anni dal loro rilascio?

Passiamo oltre ed andiamo ad analizzare quello che per tutti è stato un colpo di scena negativo… il prezzo. Uscirà in Europa al costo di 329.90 euro, molto molto molto di più di quanto tutti ci aspettassimo. Se tenete in considerazione che DOVRETE acquistare anche ZELDA al lancio, il costo totale di console + gioco sarà di circa 400 euro. Secondo quesito:
Per quale motivo Nintendo decide di uscire con la sua nuova console con un prezzo così alto?

Come accennavo , l’unico gioco che sembra avere senso di essere comprato al day-one sembra essere The Legend of Zelda Breath of the Wild , in quanto la starting line non sembra avere molto appeal al momento.

Giochi come 1-2-Switch, Super Bomberman R,Just Dance 2017 e Skylanders Imaginators per quanto mi riguarda non hanno senso di essere comprati al Day One. Cosa diversa invece nel proseguo dell’anno: Nintendo ha rilasciato una lista di oltre 30 titoli che a partire da aprile saranno disponibili all’acquisto tra cui : Super Mario Odyssey, Xenoblade Chronicles 2, Seasons of Heaven, Disgaea 5 Complete Edition e Shin Megami Tensei.
Di qui la terza domanda alla quale solo il mercato darà risposta:

Oltre alle esclusive Nintendo, quanto effettivamente sviluppatori terzi contribuiranno a creare titoloni per SWITCH, come è successo per Uncharted 4 o Bloodborne su PS4?
La risposta dipenderà da tante cose, ma la domanda è ancor più lecita se pensiamo al prezzo… quanto sarà un buon investimento?


Rimaniamo in tema di soldoni e diamo un occhiata al multiplayer: a quanto si è capito l’online verrà messo a pagamento con abbonamento mensile, i costi non sono ancora stati comunicati ufficialmente ma si dovrebbero aggirare fra i 15 e 20 euro. Nell’abbonamento mensile verrà inoltre incluso un titolo scelto da Nintendo che sarà “in affitto” per quel mese un pò come fanno Sony e Microsoft per le loro console.
Ma possibile che a nessuno alla Nintendo sia balenata l’idea di fare un servizio on-line gratuito per differenziarsi dalla concorrenza?
(Stessa domanda, ma senza giri di parole: ancora soldi?!? ndr)
L’online gratis sarebbe stato sicuramente un punto a favore, anche se mi e’ sembrato dalla loro presentazione che puntino prevalentemente al multiplayer in locale, non online.

Ultima considerazione, sulla parte tecnica/hardware della console: la SWITCH uscirà con un HDD da 32 GB ……… 32GB?? … 32GB??!!!??!!
Ma come si può pensare che nel 2017, nell’era del DIGITAL DELIVERY, possano bastare 32GB di spazio?!? Dicono “state tranquilli ci saranno schede SD che potranno arrivare a 1TB  acquistabili a parte”… ah ok! Sono sempre stato abituato da Nintendo a queste (passatemi il termine) strategie di marketing, quando comprai il New 3DS dovetti acquistare il caricatore (si il caricatore!!!!!!!) a parte. L’ultimo quesito nasce spontaneo, da CU-ore :

Nintendo punta a fare più soldi con gli accessori che con i titoli? Nintendo copia il modello di business da Apple?!?

Provo a respirare ed a non trarre nessuna conclusione, provo eh… l’impressione personale al momento è… respiro… rimandata a dopo il 3 marzo. Respiro. Non la prendo al Day One. Vediamo come va.